scrittoio vintage

Restauro e restyling di uno scrittoio

Prendersi cura degli oggetti di altre persone non è cosa semplice, soprattutto quando si tratta di mobili a cui dare un vestito completamente diverso… 

 

Questo scrittoio ha passato gli ultimi anni in una soffitta e quando l’ho recuperato era un po’ malconcio: l’obiettivo era farne un banco di studio, una base per apprendere e riflettere. La proprietaria ama la tradizione ma non ha paura di innovare, quindi le ho proposto questa soluzione mista colore/legno.  

                                                                                                                                                                                      

 

 

L’impiallacciatura in radica era molto rovinata, soprattutto sul piano superiore: l’ho curata a lungo, nutrita a cera e lucidata, per un risultato caldo e naturale super liscio e vellutato.

 

 

 

 

Ho anche integrato le serrature: nel cassetto mancava la chiave, che ho scovato in un mercatino e adattato, e nell’anta mancava proprio tutto il meccanismo, anche questo scovato, adattato un po’ e collocato.

 

 

 

 

E per il corpo del mobile ho scelto una vernice a base di gesso di colore molto chiaro, un bianco caffelatte, ovviamente atossica.

 

 

 

I mobili di aspetto classico hanno la possibilità di vivere 1000 vite diverse. Si possono reinventare utilizzando il colore, chiaro per un risultato jolly che si abbini ad ogni ambiente oppure marcato per ottenere un blocco ad effetto che stacchi dal contesto.

A me piace anche conservare il legno naturale, quando è possibile e quando la trama delle venature lo merita. Terre minerali e infusi vegetali mi aiutano ad ottenere colorazioni calde, gli oli naturali nutrono le fibre del legno mentre le cere lo proteggono nel tempo, lasciando al tatto una sensazione vellutata.

Nel massimo rispetto del mobile, della salute delle persone che lo utilizzeranno e dell’ambiente.

prima dopo scrittoio restaurato
prima & dopo scrittoio restaurato
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *