Tag: recupero
restyling buffet totale

Affrontare il restyling di un appartamento volendone cambiare totalmente lo stile è un affare piuttosto dispendioso. Fantasticando sulle stanze da rinnovare, immediatamente mi vengono in mente mobili e accessori che ho visto su riviste o nei miei negozi preferiti e subito la fantasia si mette in moto e mi offre scenari con combinazioni bellissime. Ma per il conto in banca la ristrutturazione di casa è un momento tra i più difficili e allora mi guardo intorno e cerco, almeno nei complementi, di organizzarmi con quello che ho a disposizione nell’arredamento che sto volentieri abbandonando. Non intendo fare un accrocco, certamente, ma valutare se e come si possano evitare gli sprechi ottenendo un risultato soddisfacente.

Perché, diciamocelo, che ci azzecca un mobile buffet di Ikea in finto legno dalle linee squadrate e moderne con una vecchia credenza in massello recuperata in chiave classica e un po’ vintage?

Condividi:
restauro-ibrido-evidenza

Tutti noi abbiamo delle tipologie di mobilio che ci affascinano particolarmente: ho visto case riempite con tavolini di ogni foggia, ad esempio, o ancora piccoli appartamenti con le pareti tappezzate di stampe e quadri. 

Io non so resistere al fascino degli scrittoi. Ogni volta che ne vedo uno in un mercatino immediatamente lo immagino in casa mia, con sopra appoggiati una bella lampada da lettura, fogli di carta, penne e qualche libro. Li comprerei tutti, davvero, di qualunque forma o epoca.

E poi ho sempre sognato di avere un tavolo da lavoro con il piano ricoperto in ferro, magari da tenere sotto al portico per poter lavorare con tutte le mie piantine senza dovermi troppo preoccupare della terra che fuoriesce dai vasi.

Condividi:
recupero credenza totale

Mi capita spesso di andar per mercatini con le idee molto chiare sul tipo di oggetto che sto cercando e sono solitamente piuttosto rigida sul non divagare guardando altro; diciamo che nel corso degli anni ho adottato questo stratagemma per non prosciugare le finanze e riempire la casa di mobiletti certamente interessanti ma anche ingombranti.

credenza primaIl giorno in cui ho trovato questa vecchia credenza ero in cerca di una scaffalatura e di un tavolino, ma appena l’ho intravista, stretta com’era tra mille altri mobili, me ne sono subito innamorata: in quell’istante ho deciso di rivoluzionare tutto il mio living e di farne la protagonista assoluta. Senza pensarci troppo l’ho acquistata e portata a casa. Certo sapevo che non avrei avuto tempo nei mesi successivi per un cambiamento così radicale ma la cosa veramente importante era renderla mia. Ha atteso, questa paziente credenza, ben 13 mesi prima che potessi metterci mano, ma ora che la guardo imponente e sobria al centro del mio rinnovato soggiorno penso con grande soddisfazione di aver fatto la scelta giusta!

Condividi:
restyling credenza evidenza

Quando in un mercatino ho posato gli occhi su questo vecchio mobile da ufficio sono subito rimasta colpita. Ero in cerca di una credenza per la taverna, simile ad una piattaia e di linee pulite. E l’avevo trovata!! Ma ciò che mi ha fatto innamorare l’ho trovato dentro, aprendo le antine: era sporco di inchiostro per timbri, quindi probabilmente proveniva da un ufficio pubblico. Ne ho avuto conferma trovando una piastrina apposta nel fianco con il nome dell’ente a cui era appartenuto ed il suo numero di inventario. Lì è stato amore, una folgorazione, e me lo sono portato a casa.

Condividi:
scrittoio vintage
Restauro e restyling di uno scrittoio

Prendersi cura degli oggetti di altre persone non è cosa semplice, soprattutto quando si tratta di mobili a cui dare un vestito completamente diverso… 

 

Questo scrittoio ha passato gli ultimi anni in una soffitta e quando l’ho recuperato era un po’ malconcio: l’obiettivo era farne un banco di studio, una base per apprendere e riflettere. La proprietaria ama la tradizione ma non ha paura di innovare, quindi le ho proposto questa soluzione mista colore/legno.  

                                                                                                                                                                                      

Condividi: